Compago

...free knowledge

 
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Home Fotovoltaico Regime fiscale per impianti fotovoltaici

Regime fiscale per impianti fotovoltaici

Stampa PDF

Prosegue il nostro approfondimento sulla disciplina fiscale per gli impianti fotovoltaici, in base alle indicazioni contenute nella Circolare n. 46/E dell’Agenzia delle Entrate.

Per determinare il regime fiscale della tariffa incentivante e dei ricavi derivanti dalla vendita di energia, occorre distinguere casi diversi a seconda della natura del soggetto responsabile e dell’impiego dell’impianto.

I casi contemplati sono:

  • persona fisica o ente non commerciale che, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, utilizza l’impianto fotovoltaico a soli usi privati;
  • persona fisica o ente non commerciale che, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, produce energia fotovoltaica in eccedenza rispetto ai consumi privati con impianti fino a 20 kW nel caso di scambio sul posto o nel caso l’impianto sia posto al servizio dell’abitazione o sede dell’ente;
  • persona fisica o ente non commerciale che, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, produce energia fotovoltaica in eccedenza rispetto ai consumi privati con impianti fino a 20 kW nel caso l’impianto non sia posto al servizio dell’abitazione o sede dell’ente (impianti diversi).

Analizziamo ora il caso seguente:

  • persona fisica o ente non commerciale che, al di fuori dell’esercizio di attività di impresa, produce energia fotovoltaica in eccedenza rispetto ai consumi privati con impianti SUPERIORI a 20 kW.

In questo caso, i soggetti possono solo vendere l’energia in esubero ai propri fabbisogni alla rete locale, non potendo usufruire dello scambio sul posto. Tale vendita di energia individua un’attività di tipo commerciale che determina, dal punto di vista tributario, la seguente situazione:

Tariffa incentivante

  • - IVA: la tariffa incentivante è esclusa dal campo di applicazione dell'IVA.
  • - Imposte Dirette: la tariffa concorre alla determinazione del reddito di impresa come contributo in conto esercizio in misura proporzionale alla quantità di energia venduta.
  • - IRAP: la tariffa incentivante rileva anche ai fini IRAP come contributo in conto esercizio in misura proporzionale alla quantità di energia venduta.
  • - Ritenuta 4% (art. 28 DPR 600/1973): la tariffa incentivante è assoggettata alla ritenuta per la parte commisurata all’energia ceduta.
Ricavi derivanti dalla vendita dell’energia

I ricavi derivanti dalla vendita di energia sono assoggettati ad IVA e concorrono come componenti positivi di reddito alla determinazione della base imponibile ai fini IRES e IRAP. L’impianto fotovoltaico costituisce bene strumentale e di conseguenza gli ammortamenti del relativo costo risultano deducibili.

  • IVA assolta all’atto di acquisto e/o realizzazione del bene

L’IVA pagata all’acquisto o realizzazione dell’impianto è detraibile sia per le persone fisiche, ai sensi articolo 19 comma 4 DPR 633/1972, sia per gli enti non commerciali, ai sensi art. 19-ter secondo comma del medesimo decreto.

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 21 Aprile 2011 10:26 )  
Loading

Login